Londra, l’attentatore di London Bridge era stato a conferenza su riabilitazione ex detenuti

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 30 Novembre 2019 10:43 | Ultimo aggiornamento: 30 Novembre 2019 10:43
attentato london bridge ansa

L’attentato sul London Bridge (Ansa)

ROMA – Usman Khan, il killer 28enne che ha accoltellato i passanti sul London Bridge, prima dell’attacco aveva partecipato ad una conferenza sulla riabilitazione degli ex detenuti organizzata dall’università di Cambridge. A confermarlo è la polizia di Londra che precisa: “L’aggressore aveva partecipato ad una conferenza chiamata Learning Together (“Imparare insieme”). 

La conferenza si è svolta nella Fishmongers’ Hall, un edificio che si trova sul lato nord del London Bridge: “Crediamo che l’attacco sia iniziato all’interno prima che lasciasse l’edificio per incamminarsi sul ponte dove è stato bloccato e sparato dagli agenti” ha dichiarato la polizia.

Stephen Toope è il vice cancelliere della University of Cambridge. Alla conferenza organizzata dalla sua università hanno preso parte decine di persone tra docenti, studenti ed altri ex detenuti. Dopo aver appreso la notizia si è detto “devastato”.

Secondo quanto riporta la stampa, Khan aveva un braccialetto elettronico per monitorare i suoi spostamenti. Il 28enne era stato condannato nel 2012 per reati di terrorismo ed era in libertà vigilata dal 2018. 

Fonte: Il Messaggero