Il mistero del Piccione viaggiatore “007”, trovato dopo 70 anni con messaggio cifrato del D-Day

Pubblicato il 2 Novembre 2012 16:50 | Ultimo aggiornamento: 2 Novembre 2012 16:51
Il segreto del Piccione viaggiatore “007”, trovato dopo 70 anni messaggio cifrato del D-Day

LONDRA – “Il mistero del piccione viaggiatore – Una pagina segreta della seconda guerra mondiale”: se fosse un libro, si potrebbe intitolare così la storia del piccione viaggiatore, in pratica un agente segreto delle Forze Alleate, ritrovato dopo 70 anni in un camino con il messaggio intatto legato al suo scheletro in decomposizione.

La scoperta è del signor David Martin, che, ristrutturando la sua casa a Bletchingley, nel Surrey, ha scoperto nel camino uno scheletro di volatile con una capsula rossa legata alla zampa sinistra da un anello di alluminio. La capsula risale al periodo della Seconda guerra mondiale, hanno stabilito gli esperti della Royal Pigeon Racing Association, la struttura del governo inglese che studia e protegge i piccioni viaggiatori e che ha come presidente la Regina Elisabetta II, amante dei piccioni viaggiatori.

Quelli della Royal Pigeon Racing Association ritengono che l’uccello si sia perso, disorientato a causa del maltempo, o perché semplicemente esausto dopo il suo viaggio attraverso la Manica.

Il colore rosso della capsula è quello che usavano gli Alleati. Il messaggio è così segreto che il codice è indecifrabile per gli stessi servizi segreti britannici, il MI6.

Gli storici ritengono che il piccione è stato spedito con ogni probabilità dalla Francia occupata dai nazisti nei giorni intorno al 6 giugno 1944, il D-Day, lo sbarco in Normandia delle Forze Alleate.

Il blackout impediva le trasmissioni radio e i piccioni viaggiatori venivano massicciamente usati per informare lo Stato maggiore britannico dell’esito delle operazioni in corso nel nord della Francia. Si pensa che il volatile trovato nel camino del signor Martin fosse diretto a Bletchley Park, centro cruciale dell’intelligence di Winston Churchill, dove venivano decrittati migliaia di messaggi cifrati spediti dai paesi dell’Asse. Blechley Park è a soli 80 km dal camino del signor Martin.

Il piccione riceverà una medaglia postuma, la Dickin Medal, la più alta onorificenza per un uccello. Si calcola che durante la Seconda guerra mondiale il National Pigeon Service avesse uno squadrone di 250 mila piccioni.