Spagna, Ashya King rapito in ospedale: molto malato, genitori arrestati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 Agosto 2014 10:17 | Ultimo aggiornamento: 31 Agosto 2014 10:17
Spagna, Ashya King rapito in ospedale: molto malato, genitori arrestati

Spagna, Ashya King rapito in ospedale: molto malato, genitori arrestati

LONDRA – Hanno portato via il proprio bimbo, 5 anni e con un tumore al cervello, dall’ospedale nel Southampton dov’era ricoverato e contro i pareri dei medici. La mamma e il papà di Ashya King sono stati denunciati per sequestro di persona dopo essere stati trovati in Spagna ed essere stati in fuga per meno di 48 ore.

Valentina Baldisserri sul Corriere della Sera scrive:

“Quando il bambino era scomparso dall’ospedale, il commissario di polizia Constable Chris Shead aveva chiesto alla gente di stare in allerta e aveva lanciato un appello disperato: «Il bambino ha urgente bisogno di cure mediche, viene alimentato con un sondino naso-gastrico e le batterie del sistema di nutrizione potrebbero già essere esaurite. bisogna trovarlo il prima possibile». La paura è che la famiglia non abbia le batterie di ricambio e che per salvare Ashya non ci sia ormai più molto tempo”.

Una vera e propria caccia all’uomo è stata lanciata dalla polizia inglese per ritrovare il bimbo:

“Le telecamere di sorveglianza del Southampton General Hospital mostrano il momento in cui, alle due di notte, Brett King si allontana dalla clinica con il figlio Ashya nel carrozzino. Il 51enne e sua moglie Naghemeh King, 45, hanno poi preso un traghetto da Portsmouth, direzione Cherbourg , nord della Francia. Non si comprende ancora bene il motivo per il quale i due, testimoni di Geova, avrebbero deciso di sottrarre il loro bambino, gravemente malato, alle cure. Su Facebook e Twitter la polizia ha postato foto dei due genitori e il tipo di auto sulla quale stanno viaggiando, una Hyundai I800 Style”.

Per gli agenti è stata una corsa contro il tempo:

“Al piccolo Ashya è stato diagnosticato il carcinoma soltanto un mese fa, ma si tratta di una forma molto aggressiva tanto che non riesce più a muoversi e a parlare. L’allarme dei medici è molto serio perché secondo quanto hanno riferito: «Il bambino potrebbe morire se non sottoposto a cure immediate e costanti». A fine luglio Naveed, il fratello di Ashya, aveva postato un commovente video su YouTube raccontando il dramma”.