Accademia della Crusca: si può dire “siedi il bambino” e “esci il cane”. La rivincita del Sud

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 gennaio 2019 14:09 | Ultimo aggiornamento: 27 gennaio 2019 14:09
Accademia della Crusca: si può dire "siedi il bambino" e "esci il cane". La rivincita del Sud

Accademia della Crusca: si può dire “siedi il bambino” e “esci il cane”. La rivincita del Sud

ROMA – E’ la rivincita del Sud. L’Accademia della Crusca risponde: si può dire “Siedi il bambino”? è la domanda che ha incuriosito maggiormente gli italiani. Perché nelle regioni del Sud è uso comune formulare frasi come “siedi il bambino” ed “esci il cane” solo per citare due esempi. La risposta dell’Accademia, seppur con qualche cavillo nella spiegazione, è positiva. Quindi si può dire. 

“È lecita allora la costruzione transitiva di sedere? – dice Vittorio Coletti dell’Accademia – Si può rispondere di sì, ormai è stata accolta nell’uso, anche se non ha paralleli in costrutti consolidati con l’oggetto interno come li hanno salire o scendere (le scale, un pendio). Non vedo il motivo per proibirla e neppure, a dire il vero, per sconsigliarla”.

“Ma certo – sottolinea ancora il socio dell’Accademia della Crusca – è problematico definirla transitiva perché la prova di volgere il verbo al passivo (accertata invece ormai per salire, specie nel linguaggio alpinistico col valore di scalare: la cima è stata salita da…) non sembra per ora reggere come del resto non regge per altri verbi in costruzione transitiva non passivabile”.

“Diciamo insomma che sedere – conclude – come altri verbi di moto, ammette in usi regionali e popolari sempre più estesi anche l’oggetto diretto e che in questa costruzione ha una sua efficacia e sinteticità espressiva che può indurre a sorvolare sui suoi limiti grammaticali”.