Acerra, manifestanti contro i camion dei rifiuti: il sindaco sollevato di peso dalla polizia

Pubblicato il 21 Giugno 2011 - 14:27 OLTRE 6 MESI FA

NAPOLI – Persino il sindaco di Acerra sollevato di peso dalla polizia per liberare una delle aree di scarico della “monnezza”: è una delle scene che si sono viste in mattinata ad Acerra, dove dovrebbe riprendere lo smaltimento dei rifiuti dopo l’impegno del sindaco De Magistris a liberare Napoli entro 5 giorni. Promessa risultata molto difficile da attuare: lui stesso ha parlato di “boicottaggio”.

Torna quindi la tensione ad Acerra, che si è riempita di manifestanti per non permettere ai camion di scaricare i rifiuti. La polizia ha sollevato di peso i manifestanti, tra loro anche due consiglieri comunali che si sono attaccati al parabrezza di due camion per cercare di fermarne l’ingresso, mentre gli altri manifestanti, tra i quali il sindaco Tommaso Esposito, che facevano muro davanti ai cancelli dell’Italambiente sono stati sollevati di peso dalle forze dell’ordine.

Alla fine i rifiuti sono stati depositati nell’area predisposta, con l’ingresso di altri cinque camion. Lo sgombero è stato effettuato a termine di un sopralluogo effettuato all’interno dell’area da parte degli esponenti della Commissione consiliare Ambiente del Comune. ”E’ stata violata la commissione – ha detto Giovanni De Laurentis, consigliere di Federazione della Sinistra – non potevano spostarci”. I consiglieri, inoltre, hanno riferito di aver visionato i rifiuti ”si tratta di tritovagliato”, hanno spiegato, e di aver anche voluto prendere visione del pozzetto per la raccolta di percolato: ”Ce n’è già una discreta quantità – hanno aggiunto – adesso procederemo alle ulteriori verifiche e chiederemo al sindaco di emettere l’ordinanza per vietare lo scarico sul nostro territorio”.