Il giudice in missione in Bosnia fa il saluto cetnico, le tre dita su Fb

Pubblicato il 24 Gennaio 2012 14:36 | Ultimo aggiornamento: 24 Gennaio 2012 14:36
alberto_landolfi

La foto di Landolfi su Fb

MOSTAR (BOSNIA) – Su Facebook ha postato una fotografia che lo ritrae, insieme a un amico, mentre fa il saluto pro-serbo dell’esercito jugoslavo in patria detto “cetnico”: braccio teso e tre dita alzate, pollice, indice e medio.

Si chiama Alberto Landolfi ed è un giudice italiano in missione a Mostar, in Bosnia, terra simbolo dei massacri compiuti dai serbi durante la guerra nella ex Jugoslavia.

landolfi

La foto su Fb

La notizia è arrivata fino alle colonne del Fattoquotidiano e di Repubblica Genova, proprio per quel gesto inopportuno – lo stesso mostrato da Ivan Bogdanov, l’ultra’ serbo detto “il Terribile” durante Italia-Serbia a Genova nel 2010 –  dell’ex pm antimafia che ha lavorato alla procura di Savona, poi a Genova e ora impegnato da un anno e mezzo al Criminal Justice Expert presso l’European Police Mission in Bosnia.

Il giudice ha commentato la sua foto sul social network così: “Un po’ serbi … ma scherzavamo”. Ferruccio Sansa sul Fattoquotidiano si chiede: “Ma com’è possibile che un magistrato impegnato in una città dove l’odio etnico cova ancora sotto le macerie esponga un’immagine in cui compie il saluto dei cetnici?”.