Alluvione Genova del 4 ottobre 2011: ai domiciliari capo della Protezione civile

Pubblicato il 15 Ottobre 2012 15:30 | Ultimo aggiornamento: 18 Ottobre 2012 9:29
alluvione genova

Immagini dell’alluvione del 4 novembre (Foto LaPresse)

GENOVA – Sandro Gambelli, il responsabile Protezione civile del comune di Genova, è finito agli arresti domiciliari per l’alluvione del 4 novembre 2011 in cui morirono sei persone. Secondo Repubblica Gambelli sarebbe accusato di falso aggravato e con lui sono indagati Gianfranco Del Ponte, “braccio operativo” della Protezione civile e Pierpaolo Cha, dirigente dell’ufficio Città sicura e hazard manager del comune.

Tutti sono indagati a vario titolo per reati di falso in concorso e calunnia in merito alla ricostruzione temporale dell’alluvione del 2011. Secondo gli investigatori, quella ricostruzione non corrisponderebbe al vero: avrebbero falsificato l’orario di emissione di alcuni comunicati.

L’inchiesta punta a chiarire presunte inadempienze nella macchina dei soccorsi: i mancati avvisi alla popolazione da parte della Protezione Civile e i bollettini meteo che sarebbero stati disattesi o addirittura ignorati, tant’è vero che le scuole rimasero aperte.