Antonietta Gargiulo non ricorda l’aggressione del marito e sa delle figlie ma non piange

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 marzo 2018 10:26 | Ultimo aggiornamento: 9 marzo 2018 13:23
cisterna antonietta figlie

Antonietta Gargiulo non ricorda l’aggressione del marito e non piange per le figlie morte

ROMA – Antonietta Gargiulo, la donna gravemente ferita a Cisterna di Latina dal marito carabiniere Luigi Capasso, che ha ucciso le figlie di 8 e 14 anni dopo aver sparato a lei per poi togliersi la vita, non ricordava nulla di quello che era accaduto. Né di essere stata ferita del marito né dell’uccisione delle piccole. Glielo hanno detto i familiari, aiutati dagli psicologi dell’ospedale.

“È rimasta impietrita – raccontano i presenti al Corriere della Sera – non ha nemmeno pianto…”. Ora la donna, 39 anni, è intubata. Può respirare autonomamente ma non è ancora in grado di parlare. La donna sarà seguita costantemente dagli psicologi. Date le sue condizioni non potrà essere al funerale delle figlie, in programma oggi, 9 marzo.

Come ricostruito dall’anestesista del San Camillo, Antonietta è stata sottoposta a diverse operazioni chirurgiche. Capasso l’ha ferita all’addome, alla guancia e alla zona cervicale. “Il peggio è passato”, fanno sapere i medici dell’ospedale che però hanno deciso di non sciogliere la prognosi.

Le esequie delle due bambine saranno celebrate alle 11 nella chiesa di San Valentino, poco lontano dal residence di via Collina dei Pini dove è avvenuta la strage. Cinque giorni fa sono saltati i funerali religiosi per Capasso: per volontà della famiglia la salma del carabiniere è stata benedetta nel cimitero di Poggioreale, a Napoli.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other