Arezzo. Massimo Bosco, clochard ucciso a colpi di pietra per un posto in tenda

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Novembre 2013 14:40 | Ultimo aggiornamento: 15 Novembre 2013 14:40
Arezzo. Massimo Bosco, clochard ucciso a colpi di pietra per un posto in tenda

Arezzo. Massimo Bosco, clochard ucciso a colpi di pietra per un posto in tenda

AREZZO – Massimo Bosco è stato ucciso a colpi di pietra durante una lite la notte tra 14 e 15 novembre. Bosco era un clochard, come i due sospettati del suo omicidio: un romeno di 35 anni e una donna italiana di 45. Il litigio sarebbe iniziato per un posto in tenda conteso e degenerato in omicidio.

La donna, amica della vittima, negli ultimi mesi avrebbe causato anche tre principi d’incendio e commesso alcuni furti. I due sospettati di omicidio si trovano adesso in questura: le indagini sono state svolte infatti in coordinamento tra polizia e carabinieri.

Tutto sarebbe accaduto attorno alle una e mezzo della notte mentre la vittima stava dormendo nella tenda, vicino ad una palazzina abbandonata nel Parco del Pionta. I due si sarebbero avvicinati chiedendo di essere ospitati nella tenda e, al suo rifiuto, Bosco sarebbe stato aggredito fino ad essere ucciso a colpi di pietra.