Attentato Iraq, atterrati a Ciampino i cinque militari feriti: ora il trasferimento al Celio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Novembre 2019 17:17 | Ultimo aggiornamento: 13 Novembre 2019 18:14
Attentato Iraq, atterrati a Ciampino i cinque militari feriti: ora il trasferimento al Celio

Guerini e Di Maio a Ciampino per l’arrivo dei militari italiani feriti nell’attentato in Iraq (foto ANSA)

ROMA – Il C130 dell’Aeronautica militare, proveniente dalla base di Ramstein, in Germania, con a bordo i militari italiani feriti nell’attentato in Iraq rivendicato dall’Isis è atterrato alle 16.43 di mercoledì  13 novembre all’aeroporto militare di Ciampino. Ad accogliere i feriti, oltre ai familiari, il ministro della Difesa Lorenzo Guerini, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, ed il capo di Stato maggiore della Difesa Enzo Vecciarelli. A bordo dell’aereo hanno viaggiato anche alcuni familiari giunti ieri a Ramstein con un C130 messo a disposizione dalla Difesa.

Le fasi di sbarco dei militari feriti si stanno svolgendo all’aeroporto militare di Ciampino all’insegna della discrezione e della riservatezza. Pochi minuti dopo l’atterraggio del C130 cinque ambulanze militari e pulmini si sono recati sotto bordo del velivolo dalla rappresentanza del 31esimo stormo dell’Aeronautica militare. A seguire i ministri Guerini e Di Maio, con accanto il capo di stato maggiore della Difesa Vecciarelli, il capo di stato maggiore dell’esercito generale Salvatore Farina ed il capo di stato Maggiore della Marina, ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone, si sono recati sotto bordo dove hanno incontrato i militari e i familiari. Pochi minuti, lontano dagli occhi della stampa, per poi fare ritorno nella sala di rappresentanza. I militari verranno trasferiti a breve all’ospedale militare del Celio.

Fonte: Ansa.