Bimba di 3 anni morta a Torino dopo caduta dal balcone, fermato il compagno della madre

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Gennaio 2022 16:51 | Ultimo aggiornamento: 14 Gennaio 2022 20:47
Bimba morta a Torino

Bimba di 3 anni morta a Torino dopo caduta dal balcone, fermato il compagno della madre (foto ANSA)

C’è un fermo nell’indagine della polizia sulla bimba di 3 anni morta a Torino dopo essere precipitata dal balcone al quarto piano di una palazzina in via Milano. Si tratta del compagno della mamma. Il fermo è scattato per omicidio volontario con dolo eventuale ma la procura non ha ancora formulato l’imputazione per l’udienza di convalida.

“Gli elementi e le testimonianze raccolte nelle prime fasi investigative – spiega la Questura di Torino – hanno consentito una sommaria possibile ricostruzione del fatto e una prima qualificazione giuridica, che sarà sottoposta al vaglio del giudice nelle successive fasi del procedimento”. 

Aggiornamento ore 20:47.

Fermato il compagno della mamma della bimba morta

“Mi sento in colpa per quanto è successo: non sono stato attento” ha riferito il 32enne ai pubblici ministeri, dopo essere scoppiato in lacrime. L’uomo abita al quinto piano della palazzina ed è il compagno della madre della piccola, il cui appartamento è al quarto. L’uomo, pare, al momento della tragedia era da solo in casa con la piccola ed era ubriaco. Da chiarire cosa stava facendo in quel momento l’uomo, e soprattutto come non abbia fatto ad accorgersi di quanto stava succedendo. Da chiarire anche se all’interno dell’abitazione ci fosse anche la madre. 

L’uomo, un 32enne marocchino, ieri mattina era stato condannato a otto mesi al termine di un processo celebrato con il rito abbreviato per il possesso, da lui negato, di una cinquantina di grammi di hashish. 

Bimba morta a Torino dopo essere precipitata dal balcone

La piccola è morta in mattinata nell’ospedale infantile Regina Margherita di Torino dove era stata ricoverata d’urgenza e nella notte sottoposta a un delicato intervento neurochirurgico. Ma le condizioni della bimba, che aveva riportato diverse lesioni, tra cui traumi al cranio e al torace, erano apparse subito disperate e a nulla sono valsi gli sforzi dei sanitari per salvarle la vita.