Bologna: arriva l’hostess virtuale, si attiva al passaggio delle persone

Pubblicato il 16 Marzo 2012 13:12 | Ultimo aggiornamento: 16 Marzo 2012 13:13

BOLOGNA – All’aeroporto Marconi di Bologna per rispondere alle domande dei passeggeri è arrivata l’hostess virtuale. A grandezza naturale, grazie a una tecnologia che utilizza immagini olografiche. Il servizio di Virtual Assistant, che per la prima volta si vede in Italia, si attiva automaticamente al passaggio delle persone, fornendo informazioni in italiano e inglese.

Il volto della hostess virtuale, però, non è stato creato dal computer: a darle l’immagine è stata una dipendente dell’aeroporto in carne e ossa, Alessandra Morretta, di professione addetta security.

La nuova tecnologia, sviluppata dall’italiana Virtualpromoter.it in collaborazione con l’area Innovazione Tecnologica dell’Aeroporto di Bologna, mira ad accrescere l’efficienza operativa dei servizi di informazione e la soddisfazione dei passeggeri, riducendo in particolare i tempi di attesa nei punti chiave del terminal. Inaugurato con una prima macchina posizionata nei pressi dei varchi di sicurezza, il servizio potrà essere potenziato con l’attivazione di altre colleghe con finalità informative o commerciali.