Brescia, Makram Ben Didane trovato morto in casa

Pubblicato il 26 Dicembre 2009 21:12 | Ultimo aggiornamento: 26 Dicembre 2009 21:13

Un tunisino di 33 anni è stato ucciso la scorsa notte a Brescia. Il corpo di Makram Ben Didane, con ferite alla testa provocate da un corpo contundente, è stato trovato nell’abitazione in cui viveva in via Fornaci. A trovare il cadavere sarebbe stato un altro immigrato che viveva con lui.

Quest’ultimo è in Questura da ore, e non si esclude che possa essere ritenuto implicato nell’episodio, anche se al momento viene sentito come persona informata sui fatti. La sua versione, infatti, presenterebbe alcune contraddizioni.

Proprio lui ha dato l’allarme stamani verso le 10.30. E sempre lui ha ammesso d’aver avuto, nella serata di ieri, una lite con la vittima. Poi però non ha più saputo spiegare con chiarezza cosa è successo. Si sarebbe allontanato, ha detto, e avrebbe trovato il corpo senza vita dell’amico al ritorno.

Le indagini stanno approfondendo varie piste, e tra le maggiormente accreditate vi sarebbe quella della droga. Pare che nel corso della lunga perquisizione dell’appartamento, infatti, sia stato trovato anche dello stupefacente. E secondo alcuni vicini il viavai che c’era dentro e fuori a quella casa era legato a un giro di pusher.

Il corpo al momento del ritrovamento era al primo piano dell’appartamento, situato in una piccola corte. I soccorritori l’hanno trovato in un lago di sangue, con il volto completamente tumefatto dalle percosse.