Caldo, ancora un venerdì bollente. Ma al nord arrivano i temporali

Pubblicato il 22 luglio 2010 20:07 | Ultimo aggiornamento: 22 luglio 2010 21:04

Ancora giornate bollenti sull’Italia: per domani è atteso il picco del caldo e solo dal pomeriggio l’afa dovrebbe cedere il passo ad aria un po’ più fresca. Al nord sono però in arrivo temporali che dovrebbero portare un po’ di refrigerio mentre per tirare davvero il fiato bisognerà aspettare sabato e domenica.

Da Roma a Bolzano, da Cagliari a Brescia, da Verona a Reggio Calabria sono numerosi i centri dove oggi le temperature massime hanno superato i 30 gradi. Secondo il sistema di monitoraggio del Dipartimento della Protezione Civile, il livello di allerta 3, ossia quello massimo, con condizioni meteorologiche a rischio e disagi per la popolazione, è stato segnalato per 6 città, mentre per 12 si è toccato un livello 2.

Domani i centri da bollino rosso saranno Campobasso, Frosinone, Genova, Messina, Perugia, Roma. Da venerdì, invece, l’allerta si allenta e, in base alle previsioni, solo due città, Cagliari e Messina, resteranno al livello massimo.

L’anticlone africano che ha fatto salire le temperature oltre la media stagionale continuerà ad interessare il centro-sud almeno fino alla giornata di sabato, ma già dalla serata di oggi, sulle regioni settentrionali, arriveranno piogge e temporali che faranno scendere le temperature. Un rientro nei valori stagionali su tutto il paese è previsto per la giornata di domenica.

Gli esperti meteo della Protezione Civile segnalano che a partire da questa sera una perturbazione di origine atlantica raggiungerà prima le zone alpine e poi la pianura padana, portando piogge e temporali soprattutto nella giornata di domani.

Il Dipartimento ha dunque emesso un’allerta meteo per il nord, dove si prevedono precipitazioni localmente anche molto intense, accompagnate da fulmini, raffiche di vento e possibili grandinate. Bel tempo invece al centro-sud, con un rialzo delle temperature sopratutto al sud e sulle isole.

Sabato mattina il maltempo si sposterà sul nord est e potrebbe interessare anche le regioni centrali adriatiche, ma con fenomeni più attenuati, mentre sul nord-ovest il Foehn riporterà il bel tempo.

Quanto alle temperature, nella giornata di sabato è prevista una prima diminuzione, fino a 5-6 gradi, su gran parte del paese, con l’eccezione della Sicilia, mentre un calo più marcato anche di 7-9 gradi in particolare al centro sud, è previsto per domenica, quando dovrebbe terminare l’ondata di caldo delle settimane passate.