Carcere Viterbo, detenuto aggredisce e ferisce 4 poliziotti

Pubblicato il 19 Marzo 2012 18:50 | Ultimo aggiornamento: 19 Marzo 2012 19:10

VITERBO, 19 MAR – Quattro agenti di polizia penitenziaria in servizio nel carcere di Mammagialla a Viterbo, lo stesso dove si e' suicidato un detenuto, sono stati aggrediti e feriti da un detenuto che si trovava in isolamento per motivi disciplinari.

Secondo quanto si e' appreso, l'uomo, che aveva gia' distrutto la cella un paio di giorni prima, ha divelto il lavandino e lo ha scagliato contro gli agenti colpendoli in pieno. Tutti e quattro sono stati accompagnati al pronto soccorso dell'ospedale cittadino, dove sono state riscontrate loro ferite guaribili in pochi giorni. Si tratta dell'ennesima aggressione subita dagli agenti di Mammagialla nel mese di marzo. Una decina di giorni fa, infatti, un loro collega era stato ferito da un altro recluso.

Da ieri, nel carcere viterbese e' ripreso lo ''sciopero della mensa'' da parte del personale, indetto la scorsa settimana dopo che nell'androne del refettorio e nella sala pranzo erano stati trovati degli scarafaggi. Subito dopo, la direzione della casa circondariale, in accordo con la ditta appaltatrice, avevano chiuso la mensa per tre giorni al fine di eseguire la disinfestazione. Ma ieri mattina, alla riapertura, gli agenti che si sono recati a pranzo hanno ritrovato gli scarafaggi, sia nell'ingresso che nella sala mensa. Ed e' subito ripresa la protesta.

''Stiamo valutando – hanno detto i rappresentanti dei sindacati di categoria – di chiedere l'immediato intervento della Asl affinche' provveda a ripristinare condizioni igienico-sanitarie adeguate. Intanto – hanno aggiunto – il personale continuera' a rifiutare il cibo dell' amministrazione''.