Cgia: 54% debiti P.A. verso le aziende riguarda le Asl

Pubblicato il 22 Maggio 2012 13:17 | Ultimo aggiornamento: 22 Maggio 2012 14:01

VENEZIA, 22 MAG – Dei 70 miliardi circa di debiti che la Pubblica amministrazione ha nei confronti delle aziende, ben 37,8 mld (pari al 54% del totale) sono in capo alle Asl (Aziende sanitarie locali). Secondo dati della Cgia di Mestre, seguono i Comuni, con un importo da saldare pari a 14 mld (20%), i Ministeri, con mancati pagamenti pari a 11,9 mld (17%) e le Regioni, assieme alle altre Amministrazioni locali, con uno stock di debito pari a 6,3 mld (9%). La Cgia di Mestre ha stimato (su dati della Banca d'Italia, di Confindustria e altri) i mancati pagamenti accumulati in questi ultimi anni dallo Stato e dalle sue articolazioni periferiche.

''Con lo sblocco di una buona parte di questi 70 miliardi di euro – dichiara Giuseppe Bortolussi, segretario della Cgia di Mestre – le aziende fornitrici possono tirare un forte respiro di sollievo, soprattutto in una fase in cui prosegue la contrazione nell'erogazione del credito. Adesso, pero', bisogna fare un ulteriore passo in avanti: ovvero, recepire la Direttiva europea contro i ritardi dei pagamenti che obbliga i Paesi membri a stabilire per legge tempi di pagamento, tra imprese e tra imprese e pubblica amministrazione, non superiori a 60 giorni''.