Como, a 12 anni salva la nonna che sta soffocando grazie alla manovra di disostruzione

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 1 Dicembre 2019 16:23 | Ultimo aggiornamento: 1 Dicembre 2019 20:44

La manovra di disostruzione (foto da video)

ROMA – Marta ha salvato la nonna 81enne dal soffocamento grazie ad una manovra di disostruzione (manovra che serve a disistruire le vie respiratorie, nota anche come manovra di Heimlich dal nome dell’inventore ndr). E’ accaduto qualche giorno fa a Porlezza in provincia di Como: qui, Marta vive insieme alla sua famiglia.

Di ritorno da scuola, la 12enne era andata a pranzo da nonna Paola come le capita spesso. Poco dopo essersi messe a tavola, le due hanno cominciato a chiacchierare. All’improvviso, a nonna Paola è andato di traverso un boccone di riso. L’anziana ha inziato ad aver difficoltà a deglutire con il respiro che ha cominciato a mancare. “Nonna, nonna!”, ha cominciato a gridare Marta spaventata.

La donna, ad un certo punto ha provato a raggiungere il bagno ed è caduta in ginocchio sul pavimento, poi è svenuta. La dodicenne è spaventata ma sa cosa fare: afferra la nonna e, con due colpi secchi tra le scapole, la libera dall’ostruzione. L’aria ritorna in circolo e Paola è salva e Marta, a quel punto ha potuto tirare un sospiro di sollievo.

Al Corriere della Sera, la ragazzina ha raccontato: “Ho capito subito che la nonna stava soffocando. Cercava di parlare ma la voce non usciva. Voleva andare verso il bagno, ma non riusciva più a camminare. Avevo paura ma sapevo che potevo aiutare la nonna e dovevo farlo. Papà, è un soccorritore della Croce azzurra e mi aveva fatto provare le manovre di disostruzione (così la chiamano i soccorritori “esperti” ndr). Così, senza pensarci, le ho dato due colpi tra le scapole”.

La manovra salvavita eseguita da Marta è andata bene proprio grazie al padre che le aveva fatto fare diverse prove. Il papà, senza nascondere un certo orgoglio, ha raccontato: “A me sembra normale quello che ha fatto. Non si è fatta prendere dalla paura e ha fatto il gesto corretto come aveva imparato. È importante che più persone possibili imparino ad effettuare questo tipo di manovra salvavita”.

Nonna Paola, malgrado siano passati alcuni giorni dall’accaduto, non ha ancora smesso di ringraziare la sua nipotina: “Mi ha salvato. Marta è il mio tesoro. Tutti i nipoti sono la luce della vecchiaia e lei è una gioia”. Marta, dopo essere stata elogiata anche a scuola, ha risposto in maniera dolcissima dicendo solamente che Paola “è mia nonna, le voglio bene”. 

Fonte: Corriere della Sera, Il Giornale