Corinaldo, uno degli indagati in un video con Sfera Ebbasta la notte della strage

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Agosto 2019 11:25 | Ultimo aggiornamento: 7 Agosto 2019 13:07
corinaldo video indagato

La discoteca della strage (foto Ansa)

CORINALDO (ANCONA) – È la notte della strage di Corinaldo, tra il 7 e l’8 dicembre scorso, quando morirono sei persone, e in un autogrill lungo l’autostrada un gruppo della banda dello spray si imbatte nel trapper Sfera Ebbasta. L’incontro, casuale, era già emerso nei giorni scorsi dalle carte dell’inchiesta di Ancona che ha portato all’arresto di sette persone ma ora spunta un video.

Lo pubblica la Gazzetta di Modena: si tratta di pochi secondi di una clip in cui Sfera Ebbasta viene affiancato da quello che gli sembra un fan. Quel giovane a caccia di selfie appena dietro di lui è invece uno dei giovani indagati, di ritorno dalla Lanterna Azzurra dove – secondo l’accusa – aveva appena provocato sei morti con i suoi complici.

Il video, riporta la Gazzetta, è stato postato dallo stesso ragazzo sul suo profilo Instagram, poi rimosso. Ugo incalza il trapper che risponde “Yeah, the king, Sfera Ebbasta”. Sfera mima il gesto del cucirsi la bocca e lui dietro: “Sta facendo i soldi mentre voi parlate, parlate, guardatelo”.

Incontro migliaia di persone ogni giorno che mi chiedono una foto, l’idea di aver incontrato anche uno di quei pezzi di merda mi fa davvero schifo, tanto quanto la disinformazione che viene fatta in questo Paese”. Così il trapper Sfera Ebbasta in una storia sul suo profilo ufficiale Instagram commenta il video spuntato oggi in cui è ripreso nell’incontro casuale avuto nella notte della tragedia di Corinaldo con uno dei giovani ora indagato per la strage.

I fatti tragici di Corinaldo vengono rievocati spesso nelle conversazioni degli indagati e in almeno un’occasione sono accostati alla notizie della banda torinese, quella accusata di aver spruzzato lo spray urticante in piazza San Carlo la sera della finale di Champions League. (Fonte Ansa).