Coronavirus, bar di Milano e Lombardia aperti anche dopo le 18, ma solo servizio al tavolo

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 Febbraio 2020 - 15:27 OLTRE 6 MESI FA
Coronavirus, bar di Milano e Lombardia aperti anche dopo le 18, ma solo servizio al tavolo

Coronavirus, bar di Milano e Lombardia aperti anche dopo le 18, ma solo servizio al tavolo (Foto Ansa)

MILANO  –  I bar di Milano e della Lombardia restano aperti: da oggi, 26 febbraio, i locali potranno tenere alzate le serrande anche dopo le 18. Per evitare assembramenti, sconsigliati per il rischio coronavirus, però, il servizio bar dovrà essere gestito solo al tavolo dal personale e non direttamente al bancone.

“I bar e/o pub che prevedono la somministrazione assistita di alimenti e bevande – si legge sul sito della Regione – non sono soggetti a restrizioni e pertanto possono rimanere aperti come previsto per i ristoranti, purché sia rispettato il vincolo del numero massimo di coperti previsto dall’esercizio”. 

Restano invece invariate le altre misure previste dall’ordinanza emanata nei giorni scorsi: la sospensione di manifestazioni, eventi e di ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato, anche di carattere culturale, ludico sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi aperti al pubblico; chiusura dei nidi, delle scuole di ogni ordine e grado, nonché della frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie e università per gli anziani a esclusione di specializzandi e tirocinanti delle professioni sanitarie, salvo le attività formative svolte a distanza;
sospensione dei servizi di apertura al pubblico dei musei, dei cinema e degli altri istituti e luoghi della cultura; sospensione di ogni viaggio d’istruzione, sia sul territorio nazionale sia estero.

Di ieri la notizia che l’allarme coronavirus ha fatto posticipare anche il Salone del Mobile, l’evento più importante dell’anno che si tiene a Milano: la 59ma edizione non viene cancellata, ma non si svolgerà più dal 21 al 26 aprile ma dal 16 al 21 giugno. (Fonti: Ansa, Regione Lombardia)