Coronavirus, il bollettino del 24 marzo: 182 morti e 81.811 nuovi casi nelle ultime 24 ore

Tutti i numeri del bollettino di oggi: 182 morti e 81.811 nuovi casi nelle ultime 24 ore. Il tasso di positività è al 15%. Sono invece 447 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 19 in meno rispetto a mercoledì nel saldo tra entrate e uscite.

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Marzo 2022 - 17:39 OLTRE 6 MESI FA
Coronavirus, il bollettino del 24 marzo: 182 morti e 81.811 nuovi casi nelle ultime 24 ore

Coronavirus, il bollettino del 24 marzo: 182 morti e 81.811 nuovi casi nelle ultime 24 ore (foto d’archivio Ansa)

182 morti e 81.811 nuovi casi nelle ultime 24 ore. Questi i numeri del bollettino di oggi, giovedì 24 marzo, sulla situazione della pandemia di coronavirus in Italia.

Sono 545.302 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Mercoledì erano stati 513.744. Il tasso di positività è al 15%, in lieve aumento rispetto al 14,8% di ieri. Sono invece 447 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 19 in meno rispetto a mercoledì nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 41. I ricoverati nei reparti ordinari sono 9.029, 90 in più rispetto a mercoledì.

I numeri totali

Sono 1.245.803 le persone attualmente positive al Covid, con un aumento di 18.913 nelle ultime 24 ore. In totale sono 14.153.098 gli italiani contagiati dall’inizio della pandemia, mentre i morti salgono a 158.436. I dimessi e i guariti sono 12.748.859, con un incremento di 63.553 rispetto a mercoledì.

La fondazione Gimbe: in aumento i casi

Per la seconda settimana consecutiva si registra un netto incremento dei nuovi casi. Dal 16 al 22 marzo sono stati oltre mezzo milione, passando dai 379.792 della settimana precedente a 502.773, con un aumento del 32,4%. I contagi corrono in particolare nel Sud Italia, dove sono cresciuti del 42,2%; mentre il nord ovest, il nord est e il centro si attestano intorno al 30% e le isole al 17,7%. È quanto emerge dal monitoraggio della Fondazione Gimbe, che dal 16 al 22 marzo registra, invece, una lieve diminuzione dei decessi: sono stati 924 a fronte dei 976 della settimana precedente, pari a -5,3%.