Drogava caffè e poi derubava e stuprava vittime: condannato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Settembre 2015 15:55 | Ultimo aggiornamento: 14 Settembre 2015 15:55
Drogava caffè e poi derubava e stuprava vittime: condannato

Drogava caffè e poi derubava e stuprava vittime: condannato

VICENZA – Entrava in casa con una scusa, poi metteva dei narcotici nel caffè o nel cibo che gli veniva offerto e quando ormai le vittime erano sedate le derubava e in una occasione ha anche stuprato una donna. Per questo motivo Abdellatif Bengraych, venditore porta a porta magrebino di 55 anni, è stato condannato dalla Cassazione a 4 anni e 10 mesi di carcere.

L’uomo, residente Legnago, agiva nella Val Leogra, scrive il Gazzettino

“Il 55enne, al quale sono stati contestati sei episodi tra rapine e furto, come campo d’azione aveva scelto la Val Leogra. Approfittando della sua attività di venditore porta a porta di mercanzia varia, questo quanto emerso nei dibattimenti, nell’estate del 2012 con la richiesta di un caffè o altre scuse riusciva ad entrare nelle abitazioni. Ed una volta dentro tirava fuori una boccetta di narcotico versandone il contenuto, senza farsi scoprire, nella tazza, nel bicchiere o addirittura sul cibo di chi gli aveva aperto fiducioso la porta di casa. Quando la vittima perdeva i sensi entrava in azione mettendo le mani su contanti e preziosi. In un’occasione ha anche violentato una vittima”.