Fabrizio Corona, dal carcere se la prende con Giletti, D’Urso e Brindani

Pubblicato il 1 febbraio 2013 19:01 | Ultimo aggiornamento: 1 febbraio 2013 19:51

Fabrizio Corona (Foto Lapresse)

ROMA – Sotto forma di “pizzino” dal carcere Fabrizio Corona si toglie qualche sassolino. Le accuse toccano indistintamente Rai Uno e Canale 5, ovvero le trasmissioni di questi canali che si sono occupate di lui durante la sua breve latitanza. Corona sostiene che Massimo Giletti si sia divertito nella sua trasmissione, “L’Arena”, a fare una lotta al massacro contro di lui. Accusa anche il giornalista Umberto Brindani sostenendo che lo aveva accusato di un reato mai commesso.

E via, anche contro altri giornalisti che secondo lui avrebbero parlato delle sue vicende giudiziarie senza conoscerle a dovere. Salva solo Enrico Mentana, che ha raccontato i fatti nel suo tg “dimostrando la mia innocenza”. Ed ecco qual è “la verità” secondo Corona sull’estorsione a Trezeguet per la quale è in carcere: “Proprio come nel caso Gilardino, ci siamo incontrati in un bar in cinque, tre loro, io e un amico, e ridendo e scherzando gli ho mostrato i 45 scatti non compromettenti. Le foto non potevo regalarle, perché di proprietà dei fotografi. La cifra di 25000 euro, che il matematico ritiene assurda, era inferiore al valore della richiesta. Gliele ho lasciate, non potevo minacciare di pubblicarle perché non sono un editore; dopo un giorno, ringraziandomi, mi ha detto di volerle comprare, e gli ho fatto una ricevuta. Le modalità sono identiche al caso Gilardino, per il quale sono stato assolto”. Un’ultima accusa è contro Barbara D’Urso ma, specifica Corona, dati i rapporti le sue reazioni non potevano essere diverse.