Fedez insulta Polizia al Just Cavalli: “Fate mestiere di m…Non tutelate i vip”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 giugno 2015 12:05 | Ultimo aggiornamento: 9 giugno 2015 14:29
Fedez insulta Polizia al Just Cavalli: "Fate mestiere di m... Non tutelate i vip"

Fedez insulta Polizia al Just Cavalli: “Fate mestiere di m… Non tutelate i vip”

MILANO – Fedez insulta Polizia al Just Cavalli: “Fate mestiere di m… Non tutelate i vip”. Il suo avvocato diffida i quotidiani dall’attribuire a Fedez “il proferimento di frasi che non sono mai state pronunciate contro la Polizia”. Ma all’Ansa la Questura di Milano dice cose diverse in merito alla baruffa scoppiata al locale Just Cavalli di Milano. Secondo l’Ufficio prevenzione generale, da cui dipendono le Volanti, il cantante avrebbe pronunciato anche frasi ingiuriose contro la polizia tra cui “fate un mestiere di m…”.

Il rapper sarebbe stato furioso perché dopo l’incidente (parapiglia per un selfie negato con successivo lancio di bottiglia di Fedez, vetro rotto e ragazza leggermente ferita) i buttafuori non lo hanno lasciato andare: quindi è andato in Questura per denunciarli insieme agli agenti intervenuti, rei – sempre da quanto riferito in via Questura – di non averlo tutelato adeguatamente in quanto personaggio famoso. Siamo pericolosamente in zona “lei non sa chi sono io”. Per ora c’è la parola dei poliziotti contro quella di Fedez.

Qualcosa non torna però sui cosiddetti vip. Fedez – lo difende Cristiano Magaletti legale dell’etichetta discografica Newtopia – non si sarebbe concesso ai fan per l’ormai rituale selfie perché stava solo festeggiando il compleanno di due cari amici. Quindi si trovava nel locale solo in veste privata, diciamo così. Allora cosa c’entra la tutela dei vip, istituto finora sconosciuto ai codici patrii?

5 x 1000

Resta che dopo le sue dichiarazioni più intempestive che inopportune sulla legittimità delle proteste No-Expo (si è dovuto ricredere pubblicamente dopo le devastazioni dei black bloc) il suo rapporto con  le forze dell’ordine risulta ancora più complicato. La Polizia si sente oltraggiata e lo porterà in tribunale. 

Su Facebook e Twitter è giunta infine la risposta di Fedez che smentisce tutta la ricostruzione dei fatti.

“Questa mattina è uscita un’ANSA secondo la quale avrei ferito una persona, attaccato dei poliziotti mentre urlavo “sono un vip” avendo io stesso chiamato le forze dell’ordine. Una dinamica che ha del surreale e del tragicomico in se’. E’ superfluo sottolineare – prosegue Fedez – che nulla di ciò che è stato scritto corrisponde minimamente alla verità. Che non sto simpatico ad un certo di stampa si era capito, non vi nascondo di essere seriamente spaventato rispetto a quello che sta accadendo”. Su twitter il rapper aggiunge: “Ormai è routine, difendermi da accuse scritte in articoli che alla verità preferiscono il sensazionalismo. Non vi sto simpatico, si è capito”. (Ansa).