Ferrara, indagati due agenti della Municipale: accusati di aver pestato un ragazzo

Pubblicato il 17 maggio 2010 18:22 | Ultimo aggiornamento: 17 maggio 2010 22:23

polizia municipaleUn ragazzo aveva denunciato di essere stato violentato in una caserma della Polizia Municipale, e ora la procura di Ferrara sta indagando per minacce e lesioni due agenti del comando Reno-Galliera, che ha sede a San Giorgio di Piano nel Bolognese: si tratta da quanto si è appreso di un atto dovuto legato all’acquisizione su richiesta del pm Barbara Cavallo di un video filmato ripreso dalle telecamere della caserma.

Il pm dovrà valutare se vi siano elementi obiettivi di riscontro tra il prima e dopo l’arrivo in caserma del giovane, che aveva denunciato attraverso il proprio legale di essere stato picchiato all’interno della caserma stessa dopo esservi stato trasferito, in seguito ad un controllo stradale.

Il fatto risale al 24 marzo scorso, a Pieve di Cento (dove si è verificato il controllo) e poi nella caserma degli agenti della Polizia municipale Reno-Galliera a San Giorgio di Piano.

Per gli agenti il trentaduenne di Pieve di Cento avrebbe reagito al controllo, e arrestato per resistenza, lesioni e poi denunciato per guida sotto l’effetto di stupefacenti per non aver accordato il consenso al test previsto da una norma del codice della strada.

Invece l’uomo indica gli agenti come autori dell’aggressione: “Mi hanno portato in caserma e lì mi hanno pestato”, è quanto era riportato nella querela consegnata al pm di Ferrara dal proprio legale, Massimo Bissi, che aveva stigmatizzato il comportamento dei poliziotti e sottolineato i tanti dubbi su questo caso che lo avevano spinto a denunciare tutto alla procura, per una verificare sui fatti e dei presunti eccessi.