Flavio Vargiu trovato morto dopo 7 anni. Chi incassava la sua pensione?

di redazione Blitz
Pubblicato il 28 Maggio 2015 12:15 | Ultimo aggiornamento: 28 Maggio 2015 12:15
Flavio Vargiu trovato morto dopo 7 anni. Chi incassava la sua pensione?

(Foto d’archivio)

GENOVA – Chi ha incassato in questi sette anni la pensione di Flavio Vargiu, il pensionato di 87 anni il cui corpo è stato trovato mummificato lunedì nel suo appartamento in Via della Cella 11 a Sampierdarena (periferia di Genova)? Se lo domandano gli inquirenti alle prese col misterioso caso dell’uomo morto da almeno 7 anni e da più di 20 ritiratosi in isolamento: Vargiu aveva interrotto ogni rapporto con la famiglia e aveva rari scorbutici contatti con i vicini.

Gli investigatori stanno cercando di capire se Vargiu possa aver sottoscritto una qualche delega in favore di un conoscente o un parente, per riscuotere l’assegno mensile. Anche alla luce del fatto che il cadavere è stato scoperto solo nel momento in cui gli ufficiali giudiziari sono andati a bussare alla sua porta per pignorarli i mobili. All’interno c’era il corpo mummificato dell’uomo in una casa semi vuota: solo un letto, un armadio e un paio di mobili da cucina. Non c’era neppure il frigo e il riscaldamento era fuori uso.

Innanzitutto però restano da chiarire le cause del decesso: il pm Patrizia Petruzziello ha infatti ordinato un esame del dna per accertare che quello mummificato sia davvero il corpo di Vargiu e una tac per escludere una morte violenta. Al momento però la porta, chiusa dall’interno, lascia presupporre che il decesso sia stato di origini naturali.

Il sospetto è che l’uomo vivesse in condizioni di semi-indigenza: giunto a Genova dalla Sardegna trent’anni fa per lavorare nei cantieri navali, prima della morte aveva subito pignoramenti. Viveva solo in quell’appartamento da anni, neppure l’amministratore condominiale si era accorto di niente, tanto che gli ha inviato per mesi ingiunzioni e solleciti di pagamento senza mai sospettare nulla.