Nubifragio e frane in Val d’Ossola: 4 feriti, sgomberati un campeggio e un hotel FOTO

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 Agosto 2019 13:35 | Ultimo aggiornamento: 12 Agosto 2019 21:15
Nubifragio e frane provincia verbania

Nubifragio e frane in Val d’Ossola (foto Ansa)

VERBANO-CUSIO-OSSOLA – Un forte nubifragio si è abbattuto la mattina di lunedì 12 agosto sulle valli della provincia di Verbano-Cusio-Ossola, provocando danni e diverse frane. Quattro persone sono rimaste ferite. 

Le forti piogge hanno causato smottamenti dai versanti che costeggiano le strade. La frana più rilevante si è verificata a Canza, sulla Statale della Valle Formazza, dove lo sversamento di terra e sassi ha costretto alla chiusura al traffico per qualche ora. Dopo il sopralluogo dei tecnici e la pulizia della sede stradale, la strada che conduce alla cascata del Toce è stata riaperta.

Il maltempo ha provocato danni anche a San Domenico, frazione di Varzo (Vco) a 1.410 metri di altitudine in Val Cairasca, una valle laterale della Val Divedro, in Ossola. Una frana si è abbattuta sulla strada che dalla frazione parte per Ponte Campo, travolgendo un ponte. Tre auto sono rimaste bloccate sulla strada.

Quattro persone sono rimaste lievemente ferite dopo che nella zona si è abbattuto un violento downburst, fenomeno meteorologico che consiste in una ‘esplosione’ d’aria: le forti raffiche di vento hanno scoperchiato alcuni tetti e abbattuto alberi. I feriti, sempre secondo il 118, a Stresa, Baveno e all’Isola Bella, sul lago Maggiore.

Tra i feriti c’è una donna. Il camper sul quale si trovava è stato colpito dai rami di una pianta caduta dopo le forti piogge di stamani. Le sue condizioni, come quella degli altri, non sono gravi ma è stata portata al pronto soccorso dell’ospedale di Verbania.

Piante divelte anche sul lungolago di Stresa mentre i forti temporali hanno causato allagamenti a Gravellona Toce, Verbania e in Val d’Ossola, dove i tombini non riuscivano a raccogliere l’acqua.

A Formazza i turisti sono stati evacuati da un campeggio e da un albergo. Il sindaco, Bruna Papa, ha deciso, in via precauzionale, di allontanare i turisti dal campeggio e dall’albergo che si trovano nella zona del rio Vannino, che stamattina ha visto crescere il livello dell’acqua. “Le due strutture – dice Papa – sono sicure, ma il meteo annuncia ancora forti temporali nel pomeriggio e per precauzione abbiamo deciso di fare evacuare i turisti”. (Fonti: Ansa, Agi)

Foto: Ansa

Nubifragio e frane provincia verbania

nubifragio val d'ossola