Francesco Mazzega si uccide: era stato condannato per l’omicidio di Nadia Orlando

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Dicembre 2019 8:55 | Ultimo aggiornamento: 1 Dicembre 2019 9:19
Francesco Mazzega si toglie la vita: era stato condannato per l'omicidio di Nadia Orlando

Francesco Mazzega

ROMA – Francesco Mazzega, condannato a 30 anni per l’omicidio di Nadia Orlando, si è tolto la vita. L’uomo è stato trovato morto sabato sera nel giardino della sua abitazione, in Friuli, dove era agli arresti domiciliari. Venerdì in appello era stata confermata la condanna a 30 anni.

Mazzega, di 38 anni, si è impiccato nel giardino di casa nella tarda serata di sabato. Dopo la sentenza di conferma della pena a 30 anni di carcere, l’uomo era tornato a casa dei genitori, a Muzzana del Turgnano, agli arresti domiciliari, con il braccialetto elettronico. Come riporta il Messaggero Veneto sono stati i parenti a trovarlo; hanno chiamato i soccorsi e i sanitari del 118, arrivati subito, e per 40 minuti hanno tentato di rianimarlo. Nadia Orlando, di Vidulis di Dignano (Udine), aveva 21 anni quando fu uccisa a pochi passi da casa la sera del 31 luglio 2017 da Mazzega, che vagò con il cadavere in auto per tutta la notte. La ragazza voleva porre fine alla loro relazione.

In parziale riforma della sentenza di primo grado, la Corte d’Assise d’Appello di Trieste aveva applicato a Francesco Mazzega anche l’applicazione della misura di sicurezza di 3 anni di libertà vigilata una volta scontata la pena come richiesto dal Procuratore generale. 

“Giustizia è stata fatta – aveva detto dopo la sentenza la mamma di Nadia Orlando, Antonella –  In questo momento non me la sento di dire nient’altro. A Nadia glielo dovevamo”. “Nadia – ha aggiunto – non ritornerà mai più. E non ci sarà mai una giustizia che riparerà al danno che ha fatto. Chi sbaglia deve pagare. Solo questo”. (Fonte Ansa).