Genova, scontri al corteo. Poliziotti ammettono di aver picchiato il giornalista Stefano Origone

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 maggio 2019 20:24 | Ultimo aggiornamento: 29 maggio 2019 20:24
Genova, poliziotti del pestaggio del giornalista Stefano Origone in Procura

Genova, scontri al corteo. Poliziotti ammettono di aver picchiato il giornalista Stefano Origone

GENOVA – Due poliziotti hanno ammesso di aver colpito il giornalista di Repubblica Stefano Origone durante la carica avvenuta negli scontri a Genova il 23 maggio. Altri due agenti, invece, hanno detto di non aver partecipato al pestaggio ma di aver visto la scena solo alla fine.

Questo il resoconto dei 4 agenti di polizia che il 29 maggio si sono presentati spontaneamente alla Procura di Genova con i loro avvocati difensori Paolo Costa, Aldo Nappi e Rachele De Stefanis. Nel mirino della procura però ci sarebbero altre due persone che non è escluso possano presentarsi in Procura nelle prossime ore come hanno fatto i colleghi.

Nel racconto agli inquirenti, i quattro agenti hanno ricostruito quanto accaduto nel pomeriggio, sottolineando anche i loro compiti durante il corteo. Inoltre hanno riportato di quanto subito da una parte dei manifestanti che hanno scagliato contro la polizia grosse pietre, bottiglie e biglie di ferro.  

5 x 1000