Luzzi (Cosenza), incendio nel cortile di casa. Il cane salva una famiglia

Pubblicato il 20 Aprile 2010 18:06 | Ultimo aggiornamento: 20 Aprile 2010 19:18

E’ stato l’abbaiare di un cane a salvare un’intera famiglia la notte scorsa, a Luzzi, nel cosentino, dopo che un incendio appiccato a tre automobili era eploso nel cortile della loro casa.

Le tre vetture, una Passat, una Citroen C3 e una Panda, erano parcheggiate nel cortile dell’abitazione della famiglia Russo. L’abbaiare dell’animale ha svegliato il capo famiglia, Franco, titolare di un’agenzia di pompe funebri, che affacciandosi dal balcone ha visto l’incendio ed è intervenuto.

“Con un estintore – ha raccontato – ho cercato di limitare i danni e soprattutto di evitare che il fuoco si propagasse alla casa. Sono stati momenti di panico. I bambini li abbiamo portati via nel sonno”. A causa dell’incendio, tra l’altro, è saltata l’energia elettrica e il cancello automatico del cortile si è bloccato per cui i componenti la famiglia sono stati costretti a scavalcare il recinto. La moglie di Russo ha riportato un leggero trauma a un piede e il più piccolo dei figli (un bimbo di cinque anni) è ancora sotto choc.

A dare l’allarme sono stati due passanti che hanno fatto intervenire vigili del fuoco, carabinieri e polizia. “Non abbiamo mai ricevuto minacce – ha detto Franco Russo – e ora dobbiamo ricominciare e guardare avanti”. L’incendio, sul quale indagano i carabinieri di Rende, secondo le prime stime ha provocato danni per cinquantamila euro.