Incendio Fiumicino: obbligo di mascherina e turni di 4 ore al Terminal 3

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 Maggio 2015 17:43 | Ultimo aggiornamento: 31 Maggio 2015 17:43
Incendio Fiumicino: obbligo di mascherina e turni di 4 ore al Terminal 3

Incendio Fiumicino: obbligo di mascherina e turni di 4 ore al Terminal 3

ROMA – Obbligo di mascherine, turni di 4 ore. Arrivano le prime misure a tutela di chi deve lavorare nella zona del T3 dell’aeroporto di Fiumicino, quello andato completamente distrutto a causa di un incendio. Misure che prevedono anche continui sopralluoghi dei medici. Sono alcune delle misure di prevenzione per il personale aeroportuale aggiornate ed emanate sabato 30 maggio da Adr “nel tener conto del proseguimento delle rilevazioni sulla qualità dell’aria da parte dell’Istituto Superiore di Sanità, per ulteriore precauzione e in via cautelativa”.

“Per le Aree Verdi del Terminal 3 è obbligatorio l’utilizzo del dispositivo di protezione individuale semi maschera filtrante FFP3 – si legge nel documento -. I datori di lavoro impiegheranno i propri dipendenti nel Terminal 3 per un massimo del 50% dell’orario di lavoro previsto per il turno specifico. A maggior chiarimento si precisa che: la permanenza dei lavoratori al Terminal 3 sarà di 2 ore in caso turno di 4 ore, di 3 ore in caso di turno di 6 ore, di quattro in caso di turno a 8 ore. Si precisa che la prestazione massima presa a riferimento non potrà comunque superare le 4 ore lavorative. Al termine di tale parziale attività, i dipendenti potranno completare il loro turno di lavoro presso aree aeroportuali diverse dal Terminal 3. Sarà rafforzata l’attività di sorveglianza sanitaria rendendo continui e sistematici i sopralluoghi dei medici competenti nelle Aree Verdi e Gialle del Terminal”.

Ecco, invece, l’aggiornamento delle “misure cautelari per i passeggeri: per ridurre i tempi di attraversamento e sosta dei passeggeri nel Terminal 3 è richiesto l’incremento del numero dei banchi check-in e l’apertura anticipata di almeno un’ora rispetto agli attuali tempi, nonché l’incremento del personale di riferimento del Terminal 3. Tali azioni per consentire di velocizzare il trasferimento dei passeggeri del Terminal 3 alle aree di imbarco. Proseguiranno inoltre con maggior frequenza le attività di bonifica e ricambio continuo dei filtri dell’aria” del terminal in questione. .