Influenza A: “In Italia mortalità più bassa di altri paesi Ue”

Pubblicato il 3 Novembre 2009 - 13:20 OLTRE 6 MESI FA

Ferruccio Fazio

Per l’influenza A l’Italia registra molte meno vittime rispetto al resto dell’Europa. Lo ha detto il viceministro della Salute Ferruccio Fazio intervenendo a Mattino Cinque su Canale 5. «I morti – spiega Fazio – ci sono da noi, ma ci sono molti di più in altri Paesi: 44 in Francia, 177 in Inghilterra e molti ancora in Spagna. Da noi ci sono morti in percentuali minori di altri Paesi».

Secondo Fazio «le categorie a rischio andrebbero vaccinate al più presto possibile» soprattutto coloro che sono «affetti da patologie gravi» perché «muore chi sviluppa una polmonite interstiziale. Fino a ora solo due persone che non presentavano malattie gravi sono decedute. Su queste stiamo facendo accertamenti».

Sulla situazione dei vaccini per il virus influenzale H1N1 «avremo – continua il viceministro – un chiarimento definitivo nella riunione della Conferenza Stato-Regioni di giovedi» prossimo. «Da metà ottobre – aggiunge – abbiamo distribuito vaccini in tutte le regioni, e non ci risulta che nessuna abbia esaurito i vaccini a sua disposizione». Quanto alla «strategia vaccinale, questa è stata condivisa in tutto il mondo: sono i governi che decidono quali sono le categorie a rischio che vanno vaccinate in via prioritaria».