L’incendio, il radar: la maledizione di Fiumicino nell’anno del Giubileo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Maggio 2015 14:28 | Ultimo aggiornamento: 15 Maggio 2015 14:55
L'incendio, i radar: la maledizione di Fiumicino nell'anno del Giubileo

L’incendio, i radar: la maledizione di Fiumicino nell’anno del Giubileo

ROMA – Traffico aereo bloccato, per qualche ora, sull’aeroporto di Fiumicino per il guasto di un radar del centro controllo radar Enav di Roma. Il guasto si è verificato intorno alle 12,30 ed è stato riparato in breve tempo. Oltre che a Fiumicino e Ciampino, ha provocato danni e ritardi anche in altri scali del centro sud.

Il radar oggi, l’incendio qualche giorno fa: sembra una maledizione quella che sta colpendo il principale scalo romano che si appresta ad affrontare non solo le partenze e gli arrivi dell’estate ma un evento straordinario come il Giubileo indetto da papa Francesco.

Tutti i voli dello spazio aereo del centro Italia sono stati indirizzati su rotte alternative, alcuni aerei sono stati fatti atterrare in altri aeroporti. Nel primo pomeriggio l’Enav ha comunicato che il sistema è stato riparato e il traffico aereo dovrebbe lentamente tornare alla normalità.

Uno scenario che riecheggia l’incendio della notte del 7 maggio scorso che ha distrutto parte del Terminal 3. Per questo episodio sono state indagate 5 persone: sono dipendenti della società che aveva in appalto la manutenzione degli impianti di condizionamento e riscaldamento dell’aeroporto.

Ci sono stati anche momenti di paura, al Terminal 1 di Fiumicino, dove intorno alle 14 si è visto del fumo ed è scattato l’allarme antincendio. A quanto pare si trattava però solo di un cestino che bruciava e l’allarme è rientrato poco dopo.