Lucca: tre tifose dell’Arezzo, tra cui una signora di 77 anni, aggredite dagli ultrà della Lucchese

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 settembre 2018 13:11 | Ultimo aggiornamento: 18 settembre 2018 13:11
Lucca: tre tifose dell'Arezzo, tra cui una signora di 77 anni, aggredite dagli ultrà della Lucchese

Lucca: tre tifose dell’Arezzo, tra cui una signora di 77 anni, aggredite dagli ultrà della Lucchese

ROMA – Idiozia e violenza ultrà non risparmiano nemmeno le donne, nemmeno le donne anziane. Inaudito quanto accaduto al termine della partita Lucchese-Arezzo, il derby finito con la vittoria degli ospiti per 1 a 0. All’altezza di Porta Elisa, appena fuori le mura di Lucca, un gruppo di tifosi locali, esagitati e resi ancora più facinorosi per la sconfitta, ha attaccato a colpi di spranghe, bastoni, cinte e qualsiasi oggetto contundente a disposizione l’auto di tre tifose dell’Arezzo.

Avevano appena ripreso l’auto per dirigersi verso la circonvallazione e quindi l’autostrada, tre tifose diversamente ragazze unite dalla passione per il calcio e per l’Arezzo: un’imprenditrice di 46 anni, sua mamma di 77 anni e un’amica di 26. Uno spot per il football, non per tutti evidentemente. Riconosciuta la fede delle tre, gli ultrà si sono lanciati all’assalto.

Il lunotto posteriore della Opel è finito in frantumi, l’auto presa a calci, una frustata con la cinta ha colpito alla testa la più giovane delle tre. Immaginiamo quale paura per le signore. E quale onta per il genere maschile tutto. Alla fine, passata la tempesta umana, sono riuscite a fuggire prima di chiamare il 113.