Lucia Annibali, la donna sfregiata con l’acido nominata Cavaliere da Napolitano

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Novembre 2013 13:47 | Ultimo aggiornamento: 25 Novembre 2013 13:47
Lucia Annibali, la donna sfregiata con l'acido nominata Cavaliere da Napolitano

Lucia Annibali, la donna sfregiata con l’acido nominata Cavaliere da Napolitano

ROMA – Lucia Annibali, la donna di Pesaro sfregiata dall’acido su ordine dell’ex fidanzato Luca Varani, è stata nominata Cavaliere della Repubblica da Giorgio Napolitano.  Il presidente della Repubblica in occasione della “Giornata mondiale contro la violenza sulle donne” ha conferito l’Onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana all’avvocatessa Lucia.

La nomina di Lucia è stata motivata “per il coraggio, la determinazione, la dignità con cui ha reagito alle gravi conseguenze fisiche dell’ignobile aggressione subita”. In una nota il Quirinale spiega: “Il  comportamento di Lucia Annibali costituisce un fermo invito a reagire e a guardare al futuro  rivolto a tutte le donne vittime della violenza maschile”.

Nella stessa occasione il Presidente Napolitano ha assegnato la sua Targa di rappresentanza alla campagna “NoiNo.org” organizzata  da una rete di uomini per sensibilizzare proprio gli uomini  sulla necessità di isolare, condannare e rigettare ogni forma di violenza maschile sulle donne.

La nota prosegue: “La Presidenza della Repubblica con questa scelta emblematica esprime il proprio generale incoraggiamento alle campagne, alle iniziative, alle associazioni che si impegnano per  contrastare un fenomeno così terribile e, in particolare, vuole sottolineare ancora una volta quanto sia importante l’adesione convinta e numerosa degli uomini alla irrinunciabile battaglia ricordata dalla Giornata di oggi”.

Il papà di Lucia, Luciano Annibali, ha commentato: ”Sono molto, molto orgoglioso di lei, Lucia in questi mesi è sempre stata molto forte. Ora è anche ‘cavaliere’, il secondo in famiglia, anche mio padre lo era. Lucia è a Parma con la madre: deve subire un nuovo intervento chirurgico nel centro dove è in cura, per tentare di recuperare il più possibile. L’8 novembre ha dovuto fare anche il laser, di interventi ne fa quasi uno al mese, ma è una persona forte, e la nomina l’ha resa felice”.