Macerata, continuano le ricerche del sub disperso

Pubblicato il 2 Maggio 2010 11:29 | Ultimo aggiornamento: 2 Maggio 2010 11:46

Continuano le ricerche di Gino Carnevali, il sub di 43 anni, di Montecassiano, disperso al largo di Porto Potenza Picena (Macerata), dove la mattina del primo maggio aveva fatto un’immersione. Vi partecipano due unità della Guardia costiera, un mezzo navale e un elicottero dei vigili del fuoco, mentre sono attesi i sommozzatori sempre dei vigili del fuoco.

L’uomo è considerato un sommozzatore sportivo esperto; ieri mattina si era spinto a circa tre miglia al largo con il suo gommone e si presume che abbia fatto un’immersione, lasciando, però, la boa di segnalazione a bordo del natante.

Sul gommone non sono stati trovati i pesi, che Carnevali ha certamente messo prima di calare in acqua. E’ questo uno dei punti oscuri della vicenda, perché con i pesi addosso i corpo dell’uomo sarebbe stato quasi certamente trovato. E invece, nonostante l’area di ricerca sia stata suddivisa in una sorta di reticolato, ampliata già ieri da quattro a sette miglia e oggi estesa a un tratto di mare compreso tra Civitanova Marche (Macerata) e Numana (Ancona), del corpo non c’é ancora alcuna traccia. Altro particolare strano, il fatto che il quadro del natante fosse rimasto acceso. Le ipotesi, a questo punto, sono tante, compresa quella di un malore che potrebbe aver colpito il sub ancora prima di fare l’immersione. Sul fondale è stato rinvenuto il fucile da pesca subacquea, ancora ‘armato’.