Macerata, tuffo dopo pranzo nel lago di Fiastra: 23enne muore davanti alla fidanzata e agli amici

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 agosto 2018 10:07 | Ultimo aggiornamento: 12 agosto 2018 11:12
Sommozzatori in servizio

Macerata, tuffo dopo pranzo nel lago di Fiastra: 23enne muore davanti alla fidanzata e agli amici (foto Ansa)

MACERATA – Un giovane si tuffa nel lago di Fiastra in provincia di Macerata e inizia a nuotare per raggiungere l’altra sponda
[App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]. Nel tragitto però, inizia ad annaspare fino a scomparire sott’acqua. E’ morto così un giovane di origini tunisine di 23 anni residente a Moie in provincia di Ancona. M. A. S., queste le sue iniziali, non è più riuscito a tornare a galla. La fidanzata era sulla riva del lago e lo ha visto annaspare e gridare.

La ragazza ha subito dato l’allarme e sono scattate le ricerche in acqua. E fino alla sera di ieri, sabato 11 agosto, il corpo del giovane non era stato ancora recuperato.

Il ventitreenne, dalla mattinata di sabato era ospite del campeggio “B. side camp” adiacente al lago, insieme alla fidanzata e ad alcuni amici. Aveva pranzato lì e poi si era recato insieme al gruppo sulla spiaggetta. Il giovane aveva poi deciso di fare una nuotata nel lago, una traversata da una sponda all’altra. Gli amici glielo avevano sconsigliato dato che aveva appena pranzato. Il 23enne però non li ha ascoltati e si è tuffato in acqua. Ad un certo punto, in mezzo al lago, ha improvvisamente iniziato ad annaspare e dopo alcuni secondi è scomparso sotto l’acqua non riusciendo più a tornare a galla.

Inutili le ricerche alle quali hanno partecipato anche i sommozzatori dei vigili del fuoco di Ancona.  Sul posto i carabinieri per le indagini, e anche il sindaco di Fiastra. Il ragazzo potrebbe essere stato colto da un malore: è questa l’ipotesi più probabile. Potrebbe però anche essere stato risucchiato dalla corrente.