Mafia, pentito Spatuzza: “Strage via d’Amelio, comprammo aeroplanini bomba”

Pubblicato il 11 Giugno 2013 21:57 | Ultimo aggiornamento: 11 Giugno 2013 21:58
Mafia, pentito Spatuzza: "Strage via d'Amelio, comprammo aeroplanini bomba"

Mafia, pentito Spatuzza: “Strage via d’Amelio, comprammo aeroplanini bomba”

FIRENZE – Un aeroplanino da caricare con un chilo e mezzo di esplosivo. Una bomba volante pensata per la strage di via d’Amelio, come dichiarò il pentito Gaspare Spatuzza  in un interrogatorio del maggio 2011 con i pm di Caltanissetta. Spatuzza indicò agli inquirenti anche il negozio di Palermo in cui fu accompagnato a comprare l”’aeroplanino” che poteva trasportare fino ad un chilo e mezzo di esplosivo.

Spatuzza, in quella occasione, specificò di essere stato accompagnato da Salvatori Grigoli, il killer di padre Pino Puglisi, in un negozio di Corso dei Mille, dopo aver ricevuto l’incarico da Graviano. ”Si dovevano realizzare degli attentati e ricordo che Graviano – disse nell’interrogatorio Spatuzza – mi disse anche che era stato provato che tali aeroplanini potevano sollevare un chilo e mezzo di esplosivo”.