Maltempo Italia: neve, nubifragi, venti a 100 km orari. E’ maggio, sembra febbraio

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 12 maggio 2019 16:23 | Ultimo aggiornamento: 12 maggio 2019 18:57
Maltempo Italia weekend: neve, nubifragi, venti a 100 km orari. E' maggio, sembra febbraio

Maltempo Italia: neve, nubifragi, venti a 100 km orari. E’ maggio, sembra febbraio (foto Ansa)

ROMA – Neve al nord, venti sulla costa, freddo e pioggia ovunque: sembra febbraio e invece siamo a maggio. Il maggio più freddo da oltre 40 anni a questa parte per l’Italia. E questo weekend di metà mese non fa eccezione: sabato 11 a Milano c’era la grandine, domenica 12 ha nevicato nuovamente in Veneto, Roma è allagata, in Liguria i venti superano i 100 chilometri orari.

Milano: alberi caduti e campanile danneggiato in provincia.

I vigili del fuoco di Milano sono impegnati anche in mattinata con le conseguenze del maltempo che ieri sera si è abbattuto sulla città e sulla provincia.

Sono state diverse le chiamate per alberi caduti o pericolanti che si sono inclinati su verande o tralicci. A Pozzo d’Adda i pompieri stanno intervenendo per mettere in sicurezza un campanile in cui si è staccata la scossolina.

Roma: nubifragio e allagamenti.

Allagamenti in alcune strade a Roma a causa della pioggia delle ultime ore. Diversi gli interventi effettuati dalla polizia locale. Le strade maggiormente interessate sono state via Ardeatina, all’altezza del Divino Amore, dove è stato istituito un senso unico alternato, via del Tintoretto e via di Casal Morena, all’altezza di via Niobe. Chiuso il sottopasso di via Appia Nuova all’altezza dell’Aereoporto di Ciampino.

Liguria: venti di burrasca fino a lunedì.

Il Centro Meteo Arpal della Liguria ha prolungato dalla mezzanotte di oggi fino a domani l’avviso per vento di burrasca forte settentrionale diramato ieri. Nelle ultime ore, spiega Arpal in una nota, gli anemometri della rete Omirl hanno registrato raffiche significative fino a 144 km/h alle 11.00 a Casoni di Suvero (La Spezia), 131.0 km/h alle 6.20 a Monte Pennello (Genova), 120 km/h alle 11.00 al Lago di Giacopiane (Genova), 99.7 km/h alle 8.10 al porto di Arenzano (Genova), 97.2 km/h alle 8.10 a Fontana Fresca (Sori, Genova).

Da segnalare anche i 78.1 km/h registrati alle 9.20 a Framura (La Spezia) mentre, a Genova, alle 10.50, al Porto Antico una raffica ha toccato i 62 km/h. I venti settentrionali, anche di burrasca o burrasca forte , continueranno a soffiare nelle prossime ore, con possibili locali raffiche superiori ai 100/120 km/h. Una situazione che proseguirà domani sempre con possibili locali raffiche fino a 90/100 km/h. Una progressiva attenuazione è prevista da metà giornata.

Veneto: torna la neve, 170 interventi dei vigili del fuoco.

Maltempo in pianura e neve fresca in montagna: nelle ultime ore ha fatto nuovamente la sua comparsa la neve sulle montagne dolomitiche venete. In poche ore si è accumulato al suolo uno strato di neve fresca che ha toccato i 34 centimetri ad Alleghe, i 20 sul Falzarego, i 23 a Misurina e i 16 a Cortina. Leggera spruzzata anche sulle prealpi di Vicentino e Veronese.

Sono oltre 170 gli interventi compiuti in Veneto dai vigili del fuoco per il maltempo che dalla serata di ieri sta interessando la regione. Particolarmente colpito il vicentino con oltre 80 interventi a causa di allagamenti, rimozione piante dalla sede stradale e smottamenti. Il dispositivo di soccorso dei vigili del fuoco di Vicenza è stato rinforzato nella notte con il richiamo di persone libere dal servizio. Richieste di soccorso sono venute soprattutto nella zona di Schio e l’Alto vicentino.

Poco prima dell’alba tre giovani a bordo di un’auto nell’attraversare una stradina precedentemente asciutta nei pressi della provinciale 78 a Valdastico sono rimasti bloccati nel centro di un torrente. I pompieri hanno raggiunto i ragazzi e li hanno tratti in salvo. Soccorritori impegnati anche per una frana, che sta interessando la strada che da contrada San Ulderico va verso contrada Giardin e Soggio a Schio con il blocco della circolazione. Intervento per fango e detriti sulla strada che da Orgiano porta ad Alonte. Operazioni di soccorso delle squadre dei vigili del fuoco per il maltempo anche nelle provincie di Verona, Padova e Treviso.

Sardegna: grandine in provincia di Nuoro.

Abbondante grandinata nel Nuorese. L’eccezionale ondata di maltempo che sta colpendo la Sardegna, con il vento di maestrale sino a 60 chilometri orari e temperatura che si sono abbassate anche di 5-6 gradi sta creando alcuni disagi nell’interno dell’isola e in particolare nei centri limitrofi a Nuoro.

Chicchi di grandine sono piovuti a Orgosolo, Fonni e Desulo. Paesaggio invernale sulla strada provinciale 7 Fonni-Desulo che è stata completamente imbiancata. La polizia stradale di Fonni, che ha postato alcune immagini su Facebook, raccomanda di “usare la massima prudenza”.

Emilia-Romagna: continua l’allerta arancione.

Viene estesa a tutta la giornata di domani, lunedì 13 maggio, l’allerta meteo in Emilia-Romagna già in vigore per oggi. L’ultimo bollettino dell’Arpae segnala criticità idraulica, idrogeologica e per temporali da ‘bollino’ arancione, moderato, su Romagna, Emilia orientale e pianura emiliana centrale. In regione persistono precipitazioni intense mentre i venti sono ancora sostenuti sul crinale appenninico, sulla costa e sulla Romagna. Il mare è molto mosso.
Dalla serata di ieri sul territorio si sono registrati disagi, con interventi dei vigili del fuoco, per vento forte e alcuni temporali, ma non si sono registrate particolari criticità o feriti. A Parma nella serata di sabato le raffiche di vento hanno superato i 60 chilometri orari in città, causando cadute di rami che hanno danneggiato qualche auto. Chiusi i parchi cittadini mentre tre alberi, di cui uno secolare, sono caduti di fronte al cimitero centrale. (Fonte Ansa).