Marino (Roma). Marco Monaco ucciso dal suocero: voleva tornare con la fidanzata

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Maggio 2014 11:43 | Ultimo aggiornamento: 1 Maggio 2014 11:43
Marino (Roma). Marco Monaco ucciso dal suocero: voleva tornare con la fidanzata

Marino (Roma). Marco Monaco ucciso dal suocero: voleva tornare con la fidanzata

ROMA – Voleva tornare con la sua compagna che era andata via di casa. Marco Monaco, 27 anni, è stato ucciso dal suocero durante una violenta lite nella notte tra 30 aprile e 1° maggio a Marino, vicino Roma. Il suocero, Enrico Muntoni, ha esploso un colpo di pistola ferendo Monaco al petto e uccidendolo.

La compagna di Monaco, Pamela Muntoni, aveva lasciato la casa di Zagarolo che divideva con l’uomo ed era tornata dai genitori a Marino, portando con sé il figlio di 20 mesi. Quando Monaco è andato a casa dei suoceri per chiedere alla compagna di tornare a casa è scoppiata una violenta lite, scrive il Messaggero:

“All’origine della discussione fra i due, che hanno un figlio di 20 mesi, ci sarebbero state le lamentele della ragazza per la lontananza dai genitori. Alla fine dell’ennesimo scontro, Marco (che ha dei precedenti per rissa) ha spintonato Pamela, che a quel punto ha deciso di prendere il figlio e di fuggire a casa dei genitori, a Marino.

Nella notte di mercoledì, all’1,30 del mattino, il ragazzo ha deciso di raggiungere la casa dei suoceri, probabilmente per convincere la compagna a tornare da lui. Ma il 27enne si è imbattuto nel padre di lei, Enrico Muntoni, che lavora come operatore ecologico al Comune di Marino, con il quale è nata una violenta discussione. Tutto è degenerato quando il 55enne ha estratto una pistola, regolarmente denunciata, e ha sparato un colpo al cuore del ragazzo, uccidendolo sul colpo”.

Muntoni, in preda al panico, è fuggito dal luogo del delitto, nel pieno centro di Marino, ma è stato arrestato dai carabinieri 20 minuti dopo.