Meteorite in Veneto. Avvistata un’altra “palla di fuoco”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 settembre 2013 9:14 | Ultimo aggiornamento: 9 settembre 2013 9:14

meteoritePORDENONE – Ancora un “bolide”, una “palla di fuoco” sui cieli del Triveneto e luci rosse segnalate sui cieli della Comina. Dopo il meteorite visto, segnalato, fotografato e ripreso lo scorso 4 settembre un nuovo avvistamento nei cieli del Veneto.

Stavolta il “bolide” è apparso nella notte tra giovedì e venerdì (5, 6 settembre): segnalazioni a pioggia da Mareno di Piave, Vazzola, Motta di Livenza, Chiarano. Verso le 22.30, il fenomeno è stato registrato anche dall’Imtn di Ferrara, rete di sorveglianza sullo studio dei fenomeni dell’alta atmosfera.

“Potrebbe benissimo trattarsi del bullone di un satellite” spiega l’astrofisico padovano Leopoldo Benacchio “o di un frammento di meteorite grande non più di una pietra. Il bolide dell’altro giorno, che ha provocato una luce così forte, sarà stato grande al massimo come un pacchetto di sigarette. Una pietra che cade dal cielo, a una velocità tra i 50 e i 250 mila chilometri orari, può illuminare a giorno il paesaggio anche se è delle dimensioni di un sassolino.”

Tra i testimoni, Manuel Ziroldo, direttore del Seventh Note Gospel Lab: “Erano le 22.30 circa, è stato impressionante. All’inizio sembrava una stella cadente, poi la scia è come se avesse preso fuoco, ed è rimasta per alcuni secondo sospesa in aria. Si spegneva e si accendeva, un’abbagliante luce verde. L’ho subito scritto su Facebook e in pochi minuti mi hanno confermato la stessa cosa una ragazza di Mareno e un amico di Motta.”