Milano, 90enne uccisa in casa con un colpo di ferro da stiro alla testa: ladri hanno simulato un incendio

di redazione Blitz
Pubblicato il 29 Ottobre 2021 - 21:14 OLTRE 6 MESI FA
milano incendio fiamme

L’incendio bruciato a Milano (foto Ansa)

Sembrava una morte dovuta a inalazione di fumo che aveva invaso l’appartamento quella di Fernanda Cocchi, 90 anni, trovata per terra in arresto cardiaco dai sanitari del 118 in una stanza dell’appartamento, dove viveva, vicino alla stazione Centrale di Milano. Dall’analisi del corpo e dalle indagini della Polizia si è invece scoperto che l’anziana sia stata uccisa con un ferro da stiro con un colpo in testa.

Milano, 90enne uccisa con una botta in testa data con un ferro da stiro

Si ritiene che chi l’ha uccisa abbia poi dato fuoco al piccolo appartamento che si trova in via Ponte Seveso 26 vicino alla Stazione Centrale di Milano.

A portare gli investigatori su questa strada è la profonda ferita alla nuca. Il ferro da stiro è ora finito sotto sequestro.

I Vigili del Fuoco hanno spento lpincendio

Il principio d’incendio è stato spento in poco tempo dai Vigili del fuoco. Secondo gli inquirenti si è trattato di una goffa messincena dell’aggressore per provare a coprire il delitto. Tra le tracce che portano gli investigatori a ipotizzare l’assalto per rapina ci sono anche alcuni foglietti di carta che, come raccontato da un testimone, sono stati stati messi dai ladri sugli spioncini della signora ed anche del suo vicino, con l’intento di coprire la visuale, costringendo così ad aprire la porta di casa.

Fernanda Cocchi era una sarta ora in pensione. Non si era mai sposata ed era invalida.