Milano, cade dal monopattino elettrico e sbatte la testa: 36enne ricoverato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Luglio 2020 8:36 | Ultimo aggiornamento: 21 Luglio 2020 8:55
Incidenti in monopattino

Milano, cade dal monopattino elettrico e sbatte la testa: 36enne ricoverato (foto ANSA)

Ancora un incidente in monopattino a Milano: un uomo di 36 anni è caduto e ha riportato un forte trauma cranico.

Secondo una prima ricostruzione della Polizia Locale di Milano, l’uomo avrebbe perso il controllo del monopattino, senza l’intervento di altri mezzi o senza alcuna anomalia del manto stradale.

E’ stato trovato incosciente dal personale del 118 che lo ha trasportato in codice rosso all’ospedale Fatebenefratelli. Poi le sue condizioni sono migliorate e non sarebbe in pericolo di vita.

La Procura di Milano avvia monitoraggio su sicurezza

La Procura di Milano sta monitorando, lavorando in contatto con la Polizia locale, i recenti incidenti avvenuti nel capoluogo lombardo che hanno visto coinvolte persone alla guida di monopattini.

Già nei mesi scorsi, il dipartimento guidato dal procuratore aggiunto Tiziana Siciliano aveva aperto un fascicolo conoscitivo, senza ipotesi di reato né indagati, per verificare la sicurezza di questi mezzi in relazione alla circolazione su marciapiedi e strade della città.

Tre giorni fa una donna di 31 anni è rimasta ferita in modo grave dopo che, tra via Braga e via Edolo, a bordo di un monopattino elettrico. Si è scontrata contro un autocarro ed è sbalzata ad alcuni metri, battendo la testa violentemente sull’asfalto. Anche gli atti di questo incidente dovrebbero finire nel fascicolo aperto dai pm.

Altri due incidenti non gravi si sono verificati sempre in città tra sabato e domenica. Nel capoluogo lombardo, infatti, in queste settimane dopo il lockdown è aumentata la presenza di monopattini in strada. Anche perché le persone tendono ad usare meno i mezzi pubblici.

Gli inquirenti milanesi, poi, hanno acquisito anche gli atti di uno dei bandi dell’amministrazione comunale per i servizi in sharing di monopattini. Il Consiglio di Stato nei giorni scorsi ha accolto la richiesta presentata dal Comune per sospendere in via cautelare una sentenza del Tar. Sentenza che aveva annullato gli atti dell’amministrazione su ricorso di un’impresa.

Infine, la Procura si appresta a chiudere un’inchiesta per lesioni colpose a carico del responsabile legale di una società di sharing. Per un incidente in cui rimase ferita, circa un anno fa, un’anziana travolta da un monopattino usato da un cliente del servizio.