Napoli, studentessa 17enne fuma una canna in gita e precipita dall’hotel. Indagate 2 compagne

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 maggio 2018 11:32 | Ultimo aggiornamento: 4 maggio 2018 14:44
Napoli, studentessa di Corbetta 17enne in gita precipita dall'hotel. Aveva fumato una canna?

Napoli, studentessa 17enne in gita precipita dall’hotel. Aveva fumato una canna? (foto di repertorio Ansa)

NAPOLI – Una studentessa di 17 anni è caduta dal balcone di un albergo a Napoli, dove si trovava in gita con la scuola. La ragazza aveva fumato una canna. Si tratta di una ragazza che frequenta l’istituto Mainardi di Corbetta (Milano). Un caso che riporta alla mente quello di Domenico Maurantonio, precipitato da un hotel di Milano nel 2015.

Le condizioni della ragazza sono abbastanza gravi, ma non sarebbe in pericolo di vita. Per questa vicenda sono indagate due compagne: le due minorenni devono rispondere di cessione di sostanze stupefacenti e di lesioni in conseguenza di altro reato. Secondo quanto detto dal vicepreside, qualcuno avrebbe comprato la marijuana per strada a Napoli e i docenti accompagnatori avrebbero controllato fino a poco prima del fatto le stanze degli studenti.

App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui

Ladyblitz – Apps on Google Play

Giovanna Maria Fagnani aggiunge sul Corriere:

Stando al racconto dei compagni, dopo aver fumato una canna, la giovane si è sentita male e, cercando di prendere aria, si è sporta dalla finestra, ma ha perso l’equilibrio ed è precipitata di sotto.I compagni sono corsi immediatamente a chiamare i professori, che hanno dato l’allarme. Un insegnante è poi rimasto con la giovane in ospedale fino al mattino dopo e all’arrivo dei genitori da Milano. Gli altri professori hanno invece confortato gli altri studenti, preoccupati per la compagna. Le indagini sono affidate ai carabinieri di Napoli, che, dopo i primi accertamenti, hanno dato il via libera per il rientro della comitiva a Corbetta.

Al momento non c’è nessun indagato per la cessione della marijuana, né per la caduta della ragazza, ritenuta dagli inquirenti un fatto accidentale, ma le indagini proseguono. «I docenti hanno fatto fino in fondo il loro dovere e anche oltre. I ragazzi hanno chiesto subito aiuto, per soccorrere la compagna che è una ragazza d’oro, ha un buon profitto e un comportamento adeguato in classe – chiarisce il vicepreside del «Mainardi» Maurizio Salvati.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other