Nuovo decreto. Se proprio devi muoverti: in auto in due, in moto da soli. Rider, niente stop

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Aprile 2020 9:36 | Ultimo aggiornamento: 2 Aprile 2020 9:36
Nuovo decreto. Se proprio devi muoverti: in auto in due, in moto da soli. Rider, niente stop

Nuovo decreto (dpcm 1 aprile): i divieti fino al 13 aprile (Ansa)

ROMA – L’ultimo decreto del governo (dpcm 1 aprile) contiene chiarimenti e novità sulle regole da osservare sulla libertà sospesa di movimento e spostamento, a piedi e in auto o moto. Almeno fino al 13 aprile.

In auto al massimo in due, in moto da soli

Anche in movimento è obbligatorio mantenere la distanza minima: per cui in auto può salire solo un passeggero oltre al conducente (e solo dietro), in moto o in scooter si può andare ma rigorosamente da soli. 

Rider, resta consentita la consegna di cibo a domicilio

Per i rider, i giovani motorizzati o in bici che consegnano il cibo a domicilio, non cambia nulla, nonostante le perplessità avanzate dalla categoria degli stessi interessati. Resta infatti consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio “nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto”. Anche gli autogrill sulle autostrade restano aperti al pubblico.

Quando si può uscire di casa

Si può uscire per fare la spesa, andare in farmacia, acquistare altri prodotti di prima necessità (anche in un altro Comune se nel proprio non è possibile e comunque giustificando il motivo). Andare a comprare il giornale all’edicola è consentito.

Fuori dal Comune e seconde case

Spostarsi fuori dal Comune di residenza è vietato a meno che non ricorrano “comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza, o motivi di salute”. 

Anche recarsi nella seconda casa in un altro Comune è vietato a meno che la stessa casa non abbia subito un crollo, si sia rotto un tubo o la caldaia, non siano entrati i ladri ecc… “e comunque secondo tempistiche e modalità strettamente funzionali a sopperire a tali situazioni”. (fonte Ansa)