Omicidio Matilda, mamma Elena Romani e ex fidanzato in tribunale: caso riaperto?

Pubblicato il 28 Marzo 2013 22:40 | Ultimo aggiornamento: 28 Marzo 2013 22:42
Omicidio Matilda, mamma Elena Romani e ex fidanzato in tribunale: caso riaperto?

Omicidio Matilda, mamma Elena Romani e ex fidanzato in tribunale: caso riaperto? (Elena Romani – Foto LaPresse)

VERCELLI – La piccola Matilda Borin, 2 anni appena, morì nell’estate del 2005 a Roasio, Vercelli, probabilmente per un calcio in pancia. Gli indagati per la morte della bimba furono la madre Elena Romani e il fidanzato di allora, Antonio Cangelosi. Elena Romani fu assolta nel 2011, ma dopo un’udienza il 28 marzo nel tribunale di Vercelli il gup potrebbe decidere di riaprire il caso.

La madre della bambina è stata assolta con sentenza definitiva nel 2011, ma resta il giallo su chi abbia ucciso la figlia, visto che quel giorno nell’abitazione di Roasio c’erano lei, la bimba e Cangelosi.

Il gup ha cinque giorni di tempo per decidere sulla richiesta, da parte della Procura di Vercelli, di revoca del non luogo a procedere, deciso nel 2007 dal gip del Tribunale, nei confronti proprio di Cangelosi.

Secondo la Procura, bisogna indagare su di lui per far luce sulla morte della bambina, avvenuta, secondo il medico legale, per un violento colpo al fianco che le spappolo’ la milza e le stacco’ un rene. La piccola si era sentita male in casa ed era stata soccorsa dal 118. Tutti i tentativi di rianimarla risultarono inutili.