Orlandi, il fratello Pietro: “Perché De Pedis fu sepolto a Sant’Apollinare?”

Pubblicato il 18 Giugno 2012 13:50 | Ultimo aggiornamento: 18 Giugno 2012 15:08

ROMA – ''La decisione di trasferire la salma di Enrico De Pedis l'ha presa la famiglia De Pedis. Noi, da parte nostra, aspettiamo ora l'esito degli esami sulle ossa che si trovano nella cripta di S.Apollinare. E soprattutto ci auguriamo che il Vaticano aiuti a far chiarezza''. E' quanto afferma Pietro Orlandi, fratello di Emanuela, interpellato sulla traslazione avvenuta oggi dei resti di De Pedis.

''Vorrei che il Vaticano chiarisse – aggiunge – le motivazioni che spinsero il card. Poletti, allora Vicario di Roma, a dare l'autorizzazione a seppellire De Pedis a S. Apollinare. E che facesse una commissione per fare chiarezza sulla rete oscura che avvolge la vicenda di mia sorella, una commissione cardinalizia analoga a quella che ora e' stata costituita per indagare sulla fuga di notizie dalla Santa Sede. Solo cosi' dimostrerebbe una fattiva collaborazione: mettendo sul caso di Emanuela la stessa efficienza che sta mettendo nel caso dei 'corvi'''.