Palio di Siena 2015 tra animalisti e rischio pioggia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Agosto 2015 16:00 | Ultimo aggiornamento: 15 Agosto 2015 16:01
Palio di Siena 2015 tra animalisti e rischio pioggia

Palio di Siena 2015 tra animalisti e rischio pioggia (foto Ansa)

SIENA – Palio di Siena del 2015 tra la protesta degli animalisti (protesta per la prima volta autorizzata) e il rischio pioggia. Atmosfera calda (e non per solo per le temperature) a Ferragosto nella città toscana. Intanto però le prime prove si sono svolte regolarmente (l’ultima, la quarta, l’ha vinta la contrada Tartuca).

Da un lato, infatti, ci sono le previsioni del tempo che fanno temere per un violento temporale previsto il 16 agosto (proprio quando si correrà). Dall’altro, c’è la manifestazione degli animalisti, per la prima volta ammessi a Siena in concomitanza del Palio.

Per la manifestazione degli animalisti, addirittura, le forze dell’ordine non sarebbero in grado di garantire la sicurezza. A dirlo, in una nota, sono gli organizzatori della manifestazione, autorizzata nei giorni scorsi, il Partito Animalista Europeo. Una circostanza smentita dal prefetto della città Renato Saccone che all’Ansa ricorda che “sono già stati predisposti tutti i servizi per garantire la manifestazione e la sicurezza, sia nel caso che la Carriera si disputi sia che venga rinviata per il maltempo”. E la questura non ha inoltrato alcun provvedimento di diniego agli organizzatori.

Tutto sarebbe partito, secondo quanto spiega in una nota l’avvocato Alessio Cugini, legale di Enrico Rizzi, Capo segreteria nazionale del Partito Animalista Europeo, da una telefonata arrivata a quest’ultimo “da una rappresentante delle Forze dell’Ordine incaricate di gestire la sicurezza della manifestazione del 16 agosto a Siena”. Rizzi, “con sommo stupore”, avrebbe appreso così che “l’apparato di sicurezza non sarebbe in grado di garantire la sicurezza dei manifestanti in arrivo da tutta Italia per protestare contro l’organizzazione del Palio di Siena”.

La nota dell’avvocato Cugini è indirizzata al questore di Siena e, per conoscenza, al Capo di Gabinetto del ministero degli Interni e al prefetto di Siena. Ma è arrivata anche ad alcune redazioni di media. “Il dato appare in sé di forte allarme, poiché vi è da considerare che per la giornata del 16 agosto si prospetta, a motivo delle condizioni metereologiche avverse, la possibilità che il Palio non abbia luogo” prosegue la nota di Cugini secondo il quale questo “farebbe sì che i facinorosi infiltrati fra gli spettatori della manifestazione riversino la loro frustrazione sui manifestanti, dando così concreto seguito alle minacce sino ad oggi prospettate”.

“Si stenta a credere che non si riesca ad allestire un servizio di sicurezza in grado di garantire l’incolumità dei manifestanti” e “se così non fosse, e si dovesse ritenere che le minacce dei vari esagitati siano di fatto ingestibili, sono con la presente a richiedere di ricevere, al più tardi entro la giornata di domani, immediata comunicazione dell’impossibilità di svolgere la manifestazione”. “Non c’è stata nessuna telefonata”, assicura ancora il prefetto Saccone.