Pedofilia, padre Lombardi: “La Chiesa ha agito con decisione”

Pubblicato il 9 Marzo 2010 14:23 | Ultimo aggiornamento: 9 Marzo 2010 14:23

Sugli abusi sessuali, in Germania e altrove, la Chiesa «ha affrontato il manifestarsi del problema con tempestività e decisione e concentrare le accuse solo sulla Chiesa porta a falsare la prospettiva». Lo ha detto il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi, in una nota per la Radio Vaticana.

Le principali istituzioni ecclesiastiche coinvolte nelle vicende di abuso – ha osservato padre Lombardi, rispondendo implicitamente alle critiche giunte lunedì da un ministro tedesco, poi smorzate da una dichiarazione della cancelliera Angela Merkel, «hanno dato prova di volontà di trasparenza, anzi, in un certo senso hanno accelerato il manifestarsi del problema invitando le vittime a parlare anche quando si trattava di casi di molto tempo fa».

«Così facendo – ha aggiunto – hanno affrontato le questioni “con il piede giusto”, perché il punto di partenza corretto è il riconoscimento di ciò che è avvenuto, e la preoccupazione per le vittime e le conseguenze degli atti compiuti contro di loro. Nuove indicazioni operative giungeranno presto a mettere a fuoco la strategia di prevenzione, perché simili gravissimi fatti non abbiano a ripetersi».

Gli episodi di pedofilia «non riguardano solo la Chiesa ma anche altri ambienti ed é bene preoccuparsi anche di questi. Ad esempio il caso dell’Austria dove in un certo periodo di tempo i casi accertati in istituzioni riconducibili alla Chiesa sono stati 17, mentre ve ne sono stati altri 510 in altri ambienti», ha concluso padre Lombardi.