Piero e Luca Amaducci, padre e figlio, muoiono per Covid, giorni fa l’appello: “Vaccinatevi io non l’ho fatto”

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 27 Agosto 2021 - 11:35 OLTRE 6 MESI FA
luca amaducci, appello su facebook

Luca Amaducci, l’appello a vaccinarsi scritto su Facebook

Piero e Luca Amaducci, padre e figlio, muoiono per Covid a distanza di giorni. Il figlio, qualche giorno fa aveva lanciato un appello su Facebook: “Vaccinatevi io non l’ho fatto”.

La tragedia è successa a Borgo San Lorenzo in provincia di Firenze. padre e figlio erano originari di Vicchii e lavoravano entrambi nel centro storico di Borgo San Lorenzo in un’edicola in via Matteotti. 

Luca Amaducci aveva 47 anni

Luca Amaducci è morto il 25 agosto a soli 47 anni. Appassionato di calcio e musica rock, lascia la compagna e un figlio piccolo. Nei primi giorni di agosto aveva contratto la variante Delta. Sui social network aveva documentato la sua degenza in ospedale. Agli inizi di agosto ha parlato di “febbre che va tra i 30 e i 40 gradi, allucinazioni, tosse e mal di gola”. Poi, sempre su Facebook aveva lanciato un appello a vaccinarsi contro il Covid: “Io non ci sono riuscito per problemi personali. Logicamente mi sembra giusto avere dei dubbi, parlatene con il vostro dottore per avere più info. Ma alla fine il vaccino è fondamentale”. Nell’appello scriveva che era positiva anche la sua compagna, il figlio e la madre. 

Pier Mario Amaducci era morto dieci giorni prima

Il padre di Luca, Pier Mario, conosciuto come Piero e col soprannome di “Ciccino”, era morto dieci giorni prima. Era finito in ospedale, in gravi condizioni e con l’ossigeno, come aveva scritto sui social il figlio Luca. È morto il 13 agosto all’età di 72 anni.