Pompei, un nuovo crollo: cede il muro della “Casa del moralista”

Pubblicato il 30 novembre 2010 11:25 | Ultimo aggiornamento: 30 novembre 2010 12:43

Un nuovo crollo a Pompei, stavolta nella “Casa del moralista”, chiusa al pubblico da sempre e situata a 20 metri dall’edificio crollato circa un mese fa su Via dell’Abbondanza. Il crollo riguarda un muro di fondo della casa che faceva da contenimento al peristilio, al giardino della domus.

Secondo quanto riportato da Repubblica sono caduti circa sei o sette metri di materiale “incerto”, fortunatamente di scarso valore, formato solo da tufo e calcare. Recentemente erano stati eseguiti dei lavori al terrapieno retrostante la domus, che è inzuppato d’acqua.

Sui muri che circondano il giardino della domus del Moralista, a Pompei, il proprietario aveva fatto scrivere delle frasi ”moralizzatrici” rivolte a quanti si recavano a trovarlo. Si deve ora accertare se il crollo del muro, avvenuto nel giardino della domus del Moralista possa aver danneggiato anche gli stucchi su cui erano state riportate le sue asserzioni, di notevole valore storico e archeologico. Al sopralluogo stanno prendendo parte archeologi e tecnici, con il direttore degli scavi Antonio Varone.

I carabinieri intanto, su delega della procura di Torre Annunziata, hanno acquisito documenti presso la soprintendenza archeologica di Pompei, nell’ambito dell’inchiesta aperta dopo il crollo dello scorso 6 novembre che interessò la Schola Armaturarum.

5 x 1000